Turismo a Ponzano Veneto

Ponzano Veneto e l'Arte

Ponzano Veneto offre ai visitatori più di una decina di ville venete databili dal Cinquecento in avanti, alcune delle quali vengono aperte al pubblico in diversi periodi dell'anno: nel complesso citiamo Villa Van Axel, Villa Persico che attulamente è un albergo, Villa Sorgato, Villa Cicogna sede del municipio (fu donata dalla famiglia Cicogna al Comune nel 1948), Villa Corner affrescata da opere di Giovan Battista Tiepolo, dove ricevette ospitalità il re Vittorio Emanuele III durante la battaglia del Piave e Villa Minelli, che accoglie gli uffici di un'importante azienda dell'abbigliamento.

Dove

Tra gli edifici storici sarebbe interessante visitare gli interni delle Chiese presenti in tutte e tre le frazioni del Comune: la Chiesa di Ponzano Veneto, spesse volte ristrutturata, detiene un tabernacolo in marmo di Giovanni Marchiori mentre accanto all'altare maggiore si possono osservare due quadri del Sacro Cuor di Maria e di Gesù; nel secondo altare ammirerete invece la Pala di San Francesco d'Assisi.

A Paderno la Chiesa fu progettata nel Settecento e realizzata a inizio Ottocento: si ha l'opportunità di scorgere, una volta fatto il proprio ingresso, il soffitto di Sebastiano Santi dell'Ottocento, la Pala dell' Assunta di Antonio Zanchi, la Pala denominata "la fuga in Egitto"  e il quadro dell'"Ultima Cena" del XVII secolo.

A Merlengo inceve si trova la Chiesa di San Bartolomeo innalzata il secolo scorso sebbene il campanile risalga già a tre secoli fa; gli interni risultano abbelliti dalla Pala di Sant'Osvaldo, dipinta da Giovan Domenico Tiepolo, la Madonna del Carmine, opera di Pietro Mera e un lunotto con la Sacra Famiglia, probabilmente di Marieschi.